I primi anni ’80 rivivono al Cafè Marinetti

DSC_0586

Nicola Di Benedetto al Cafè Marinetti

La seconda settimana di riprese bolognesi si è inaugurata negli storici ed esclusivi spazi del Cafè Marinetti all’interno del Grand Hotel Majestic “già Baglioni”, lussuoso palazzo settecentesco che più di cento anni fa, il 20 marzo del 1914, ospitò la mitica mostra futurista organizzata dallo stesso Tommaso Filippo Marinetti, e durata una sola notte: una specie di blitz situazionista, con la partecipazione di tanti artisti ventenni e giovani studenti dell’Accademia, che sarebbero entrati nella storia dell’arte italiana: Carrà, Boccioni, Russolo, ma anche Giorgio Morandi, Osvaldo Licini, Giacomo Vespignani e Severo Pozzati.

Continua a leggere

Annunci

Le architetture di Bologna: il “nuovo spirito” dell’Esprit Nouveau

DSC_0002

La facciata esterna del Padiglione Esprit Nouveau a Bologna

Sul set di “Gli anni amari” continuiamo a esplorare luoghi, spazi, architetture. Questa settimana le riprese si sono spostate a Bologna, e più precisamente all’interno del Padiglione Esprit Nouveau, fedele ricostruzione dell’omonimo edificio progettato e realizzato da Le Corbusier quasi un secolo fa.

Continua a leggere

Dove si sta girando “Gli anni amari”: le architetture di Milano

DSC_1603

Gli interni di Casa Melandri

“Gli anni amari” non è solo un film di storie personali e collettive, ma anche un film di luoghi, di spazi architettonici che si offrono allo sguardo come straordinarie location evocative. E’ il caso delle prime due location utilizzate nei primi giorni di riprese a Milano. Da una parte il Liceo Parini, che unisce la tradizionale monumentalità con il rigore architettonico fascista (fu inaugurato negli anni ’30), e dall’altra Casa Melandri, un gioiello di Giò Ponti, realizzato negli anni 50.

Continua a leggere

Le foto del primo giorno di riprese al Liceo Parini di Milano

IMG_9828«Chi sovra l’alta mente il cor sublima
meglio se stesso e i sacri ingegni estima»
(Parole incise nell’atrio di ingresso del liceo Parini, tratte dall’ode “La Gratitudine” di Giuseppe Parin)

Il Parini è un liceo che ha gran fama: vanta docenti illustri (da Cesare Beccaria a Carlo Emilio Gadda) e studenti celebri ( da Alessandro Manzoni a Franca Valeri).

Tante le vicende nel corso del tempo, ricordiamo quella del 1966, lo scandalo del giornale “La zanzara” edito dagli studenti, che pubblicò un’inchiesta sull’educazione sessuale: tre redattori della rivista furono denunciati per stampa oscena e corruzione di minorenni.

Questo liceo è stato frequentato anche da Mario Mieli. E proprio qui son cominciate le riprese di Gli anni amari: in esclusiva, le prime foto dal set e il saluto del regista Andrea Adriatico ai lettori del blog.

Continua a leggere